Vendere online su Otto

Cos’è Otto

Otto è il terzo marketplace più visitato in Germania. Nasce nel 1949 come venditore per corrispondenza di prodotti di abbigliamento e calzature, per poi trasformarsi in un e-commerce e ancora in una piattaforma aperta ai venditori di terze parti. Il marketplace tedesco oggi offre più di 2 milioni di prodotti appartenenti a circa 2.000 brand. A questi si aggiungono i prodotti a marchio Otto (il 90% di questi è venduto proprio nella piattaforma).

Perché vendere su Otto

  • Dopo Amazon ed eBay, Otto è il principale canale online in Germania. I dati evidenziano che il 45% delle famiglie tedesche utilizza Otto per lo shopping, per un totale di 44 milioni di persone. 
  • Otto ha 9 milioni di utenti attivi di età compresa tra i 25 e 55 anni. Di questi il 65% sono donne sposate con alto potere d’acquisto. È dunque un canale ideale per tutti i brand che si rivolgono a un’audience di questo tipo.

Come vendere su Otto

Per vendere su OTTO è necessario:

  • caricare almeno 1000 prodotti
  • gestire le spedizioni tramite Hermes o DHL
  • possedere una partita Iva tedesca

Per presidiare questo canale online occorre inviare la propria candidatura. Il category manager di riferimento valuta quindi il potenziale del seller in termini di assortimento del negozio e servizi di spedizione. I seller che presidiano il marketplace sono tenuti a creare schede prodotto in linea con gli standard della piattaforma, che richiede, tra le altre cose: foto in alta qualità, descrizioni dettagliate e naturalmente tradotte in tedesco.

Cosa vendere su Otto

Su Otto è possibile vendere di tutto: dall’abbigliamento ai prodotti per la casa, passando per la cosmetica. Il trend dei consumi di vendita in Germania parla chiaro: la categoria top seller è il fashion (19,67%), seconda solamente ai prodotti per auto (25,21%). Un’altra categoria molto apprezzata è quella delle forniture e oggetti da casa, che interessano al 9,51% della popolazione.

Quanto costa vendere su Otto

Le commissioni sulle vendite variano dal 15% al 50% sul prezzo finale. Inoltre il seller deve versare una tassa di iscrizione pari a 10.000 euro una tantum. Vendere su Otto risulta quindi più oneroso rispetto ad altre piattaforme. Questo limita la presenza di brand e rivenditori seller e, di conseguenza, la competizione. Per ottimizzare le vendite online, Otto fornisce ai seller dati e analisi, nonché un servizio di consulenza.  

Spedizioni e resi su Otto

Le spedizioni su Otto seguono due modelli: 

  1. il seller invia gli ordini direttamente al cliente finale
  2. il venditore spedisce ad OTTO, che a sua volta cura la spedizione finale

La seconda modalità è assimilabile a FBA di Amazon. In questo caso il seller si interfaccia con MyHermes, azienda del gruppo Otto focalizzata su tutte le spedizioni integrate. In ogni caso il venditore deve assicurare un servizio di tracking. I resi vengono gestiti direttamente da un’altra azienda del gruppo: la Hermes Fulfilment’s Returns Logistics Centre.

Come promuovere i prodotti su Otto

Per aumentare la visibilità e le vendite all’interno del marketplace, i seller possono contattare degli specialisti interni che (gratuitamente) forniscono suggerimenti e tattiche. 

Sito web

www.otto.de

Anno fondazione

1949

Paese principale

Germania

Principali Paesi in cui opera

Germania, Francia, Olanda, Polonia, Repubblica Slovacca, Repubblica Ceca, Ungheria, Ucraina

Visite web mensili

48.7 milioni

Utenti registrati

9 milioni

Categorie principali

Abbigliamento, accessori, accessori, calzature, prodotti per la casa, cosmetica, tecnologia

Vendere sui Top Retailer Online: 3 strategie collaudate

Per vendere sui marketplace conviene applicare una Strategia di Pieno Controllo o Espansiva? Quali sono i fattori chiave da considerare?

Ottieni la Guida