Vendere online: Ebay VS Amazon. Qual è il migliore?

Se si decide di vendere online ci si potrebbe trovare difronte ad un importante dilemma:  Amazon o eBay?
Entrambi sono tra i marketplace più conosciuti in Italia e possono mettere i venditori in contatto con una platea vastissima di utenti. Ci sono però delle caratteristiche che differenziano ciascun portale, che, inoltre, si rivolgono a target diversi. Ecco quali sono per decidere con precisione dove vendere.

eBay e Amazon: Alcune differenze

Amazon è uno dei marketplace tra i più importanti del mondo, dove le aziende possono vendere iscrivendosi con due tipi di account a seconda del volume di vendite mensili. eBay consente alle aziende di vendere prodotti tramite registrazione come rivenditore professionale e in più con un negozio eBay.

Ci sono però delle sostanziali differenze tra un canale e l’altro, vediamone alcune.

 

EBAY

AMAZON

Tipologia Marketplace

Piattaforma generalista.

Piattaforma generalista.

Estensione Geografica

24 siti globali

14 siti globali

Visite mensili in Italia

56.8 milioni

 202.5 milioni

Intento dell’utente

L’intento di navigazione è principalmente transazionale

L’intento di navigazione è principalmente transazionale

Formato di vendita

Su Ebay è possibile vendere sia in formato ASTA che impostando un prezzo fisso.

Per Amazon non c’è asta quindi tutti i prodotti sono venduti con un prezzo fisso.

Foto

Possibilità di personalizzare le foto prodotto Foto prodotti definite
     

 

Formato Asta vs. prezzo fisso

Le aste di eBay sono il modo migliore per ottenere valore di mercato per usato, vintage e da collezione e se si vendono articoli unici. L’unica eccezione è rappresentata da CD, DVD e libri usati che vendono piuttosto bene anche su Amazon.

Amazon è il re del prezzo fisso, ma eBay si è mosso fortemente in quella direzione minimizzando le aste e incoraggiando listini a prezzo fisso.

 

 

Gli acquirenti sono fedeli a eBay o ad Amazon, o comprano da entrambi?

Il pubblico di eBay e Amazon è diverso, come ci si potrebbe aspettare.

Non si può negare che eBay e Amazon hanno entrambi una portata enorme, ma significativamente ogni piattaforma raggiunge un diverso tipo di pubblico!

Entrambi hanno una presenza internazionale.

Amazon ha 14 marketplace in tutto il mondo; eBay ha 24 siti globali. Entrambi ricevono un gran numero di visitatori anche in Italia.

In termini di demografia, gli acquirenti di Amazon tendono ad essere più ricchi. L’ acquirente medio di Amazon ha tra i 45 e i 54 anni, è sposato, ha figli e ha un’istruzione universitaria.

La demografia di eBay è composta per il 57% da maschi, cosa che può sorprendere, e per il 43% da donne. Di questi, i giovani tra i 35 e i 49 anni costituiscono il gruppo più grande con il 32%. Tuttavia, queste cifre non significano nulla se non si conosce la propria buyer persona!

Determinare la buyer persona permette di identificare se il proprio pubblico è già attivo in questi marketplace e quale marketplace usa prevalentemente.

La cosa interessante è anche che alcuni acquirenti sono davvero fedeli a una piattaforma o all’altra! Alcuni fanno acquisti solo su Amazon e non si sognerebbero mai di comprare da un venditore eBay, altri sono irriducibili di eBay e credono che i prodotti su Amazon siano probabilmente più costosi!

 

Quali sono i costi per vendere su eBay e Amazon?

Ci sono due tipologie di venditori su Amazon: Individuali e Pro. Amazon offre diversi tipi di iscrizione per adattarsi alla necessità concrete di ogni venditore.

Distinguendo soggetti che fanno meno di 40 vendite al mese, per cui non vi è nessun costo mensile, ma vi è una commissione di chiusura fissa e un costo per ogni articolo venduto di 0,99€.

Mentre per i soggetti che hanno più di 40 vendite mensili, avranno una quota mensile di 39,00 € in cui è incluso il costo per ogni articolo veduto, e una commissione di chiusura fissa. 

eBay distingue due categorie di venditori, ovvero venditori senza negozio e con negozio. 

Nella prima categoria non sono previste tariffe mensili per coloro che non superano le 50 inserzioni; tuttavia, è richiesta una tariffa di inserzione di 0,35 € ad articolo, in caso di superamento della soglia massima.

Per i venditori con negozio invece è prevista una quota mensile di 19,95 € con limite di 300 inserzioni, in caso di superamento del limite è prevista una commissione di 0,15 € per inserzione.

Per Entrambi i marketplace, ci sono ulteriori account PRO.

 

 

Cosa posso vendere su eBay e Amazon?

Quando si tratta di categorie disponibili su Amazon ed eBay, ci sono delle somiglianze. La cosa più evidente è che eBay non ha così tante restrizioni come Amazon. Delle 40 categorie di Amazon, 23 sono senza restrizioni e 12 richiedono il permesso di vendere.

Queste sono conosciute come ‘gated categories‘. Le altre cinque hanno alcune restrizioni a seconda del tipo di prodotto. Questo è semplicemente per fermare le contraffazioni.

Altre categorie sono limitate in base alla stagione, per esempio, giocattoli e giochi nel periodo natalizio principalmente per evitare un afflusso di prodotti di qualità inferiore.

Su eBay, piuttosto che categorie limitate, ci sono liste di prodotti limitati. Prima di decidere su quale piattaforma vendere si dovrebbe controllare se il prodotto o la sua categoria non siano limitati, proibiti o protetti, ma c’è un’enorme gamma di potenziali categorie e prodotti tra cui scegliere.

 

Modalità di pagamento

I venditori Amazon devono utilizzare Amazon Payments per accettare il pagamento. Amazon raccoglie il pagamento e lo deposita sul conto bancario del venditore due volte al mese. Raccolgono e depositano i fondi senza spese aggiuntive. 

I venditori eBay possono accettare PayPal e le carte di credito se hanno un proprio account commerciante.

I venditori Amazon non devono inviare fatture, promemoria di pagamento o tracciare articoli non pagati. Se Amazon non può riscuotere il pagamento, non si ha una vendita, non si deve spedire e l’ articolo rimane elencato sul sito.

Il sistema di eBay richiede semplicemente più lavoro, più tempo e, in definitiva, costa di più da gestire come venditore. Ma il grande vantaggio di PayPal è che si ottengono i soldi più velocemente.

 

Logistica e spedizioni

Ci sono due modi per vendere su Amazon – Merchant Fulfilled (si spedisce l’oggetto al cliente, come eBay) o FBA ( si spediscono gli articoli ad Amazon e loro gestiscono la spedizione e il servizio clienti).

Se il tuo commerciante soddisfa determinati criteri, Amazon offre ai venditori un “credito di spedizione” in base alla categoria, alle dimensioni e al peso dell’articolo.

 

Diritto di recesso,resi e garanzia

Per quanto riguarda le policy sulla garanzia, i due portali si comportano diversamente:

  • Su Amazon in particolare è prevista la cosiddetta “Garanzia dalla A alla Z” che interviene a tutela del cliente che acquista sul marketplace in caso di difetti del prodotto che non lo rendano conforme all’utilizzo oppure alla descrizione, in caso di ritardo nella consegna oppure di problemi con il reso, rimborsando l’acquirente.
  • Su eBay invece se la merce non viene consegnata o è scadente o presenta dei difetti e il venditore non rimborsa quanto pagato, eBay non tutela il cliente, ma lo invita a rivolgersi al giudice competente. Solo chi ha pagato con Paypal ha diritto al rimborso, perchè se ne occupa questo servizio di pagamento (chi paga con carta o bonifico è escluso).

Per i recessi e i resi, Amazon ha una policy molto garantista: il risarcimento è previsto fino a 30 giorni e se come venditore non si rispetta il maggior termine imposto dalla piattaforma, Amazon attiva la “garanzia dalla A alla Z” facendosi carico del rimborso del bene reso. eBay invece rimanda l’acquirente alle condizioni di vendita del singolo inserzionista.

 

I Pro e i Contro di vendere su eBay

 

I Pro e i Contro di vendere su Amazon

 

Chi vince eBay o Amazon?

La risposta è: dipende!

Non c’è dubbio che eBay sia il migliore per alcuni articoli, mentre Amazon è il migliore per gli altri. In generale, eBay è più adatto per oggetti usati e vintage.

Ma la sovrapposizione è incredibilmente grande. La maggior parte degli articoli venduti su Amazon sarà venduta anche su eBay, e viceversa. La cosa importante da ricordare è che gli acquirenti sono diversi. Molti acquirenti Amazon sono molto fedeli ad Amazon e non visiteranno nemmeno eBay. Alcuni utenti eBay ritengono che sarebbe un peccato fare acquisti su Amazon. Vendendo su entrambi i siti,  si possono potenzialmente ottenere milioni di occhi aggiuntivi sui propri prodotti.

 

Per sapere di più su come vendere su Ebay e Amazon (e promuovere i prodotti) tramite un partner specializzato puoi contattarci qui.

 

 

.