Zalando vs Amazon: la competizione nelle vendite online del settore moda

Nell’arena (assai) competitiva delle vendite fashion online, i protagonisti indiscussi in Europa sono due giganti dell’e-commerce: Amazon e Zalando.

Se negli Stati Uniti Amazon ha una posizione di predominanza (61% di fashion market share, secondo Forbes), in terra europea la quota di mercato è pari all’8%. Zalando ne controlla invece il 6%.1

Vendite Online in Europa del settore moda

In termini di market share, la distanza tra il gigante americano Amazon e la piattaforma tedesca Zalando non appare poi così abissale. Le differenze tra i due marketplace, invece, sono rilevanti. Ed è bene non perderle di vista quando occorre decidere se presidiare uno di questi canali, o entrambi.

Zalando e Amazon: alcune differenze

 

ZALANDO

AMAZON

Tipologia Marketplace

Piattaforma verticale, è focalizzata su fashion, luxury e beauty

Piattaforma generalista. Su Amazon si può comprare di tutto: dalle viti ai cappotti

Estensione Geografica

Opera esclusivamente in Europa

È presente in 180 Paesi

Visite mensili in Italia

11.60 milioni

179.58 milioni

Intento dell’utente

L’intento non è solo transazionale. Gli utenti navigano anche per cercare ispirazione e scovare nuovi trend

L’intento di navigazione è principalmente transazionale

Interfaccia Web

Layout pulito, curato. Il look and feel del sito è pensato per i brand del fashion.

Amazon è un “grande mercato”. Il look and feel del sito non è pensato per i brand del fashion.

Contenuti Digitali

Contenuti visual e testuali di qualità. Per pubblicare è necessario rispettare regole molto stringenti

Le regole di pubblicazione del sito sono più blande rispetto a Zalando

Originalità dei prodotti

Garantita al 100%

Non garantita al 100%

 

Cosa sta facendo Zalando per competere con Amazon

Negli ultimi anni il marketplace tedesco ha intrapreso dei precisi percorsi strategici per competere con l’efficienza di Amazon.

# 1 Zalando ha intensificato gli investimenti in logistica e tecnologia

Il colosso tedesco dispone di 11 centri distributivi in Europa (Amazon ne ha 29), precisamente in Germania, Italia, Polonia, Regno Unito, Paesi Bassi. Ha inoltre investito 20 milioni di euro per un nuovo polo in Spagna e ben 200 milioni di euro nella costruzione di un nuovo e innovativo centro logistico a Rotterdam. Nei Paesi Bassi (dove Zalando stima una crescita considerevole) il nuovo centro permetterà di abbattere i tempi di spedizione e consegnare anche in giornata. Il sito di Rotterdam sarà pronto nel 2021 e rispetterà i più alti standard di sostenibilità.

Zalando e Amazon: centri logistici in Europa

Zalando, che ha fatto della gestione dei resi la chiave del suo successo, in Italia ha siglato un accordo con Poste Italiane. Gli acquirenti possono restituire il proprio ordine in uno degli oltre 12.000 uffici postali abilitati o in un punto della rete Punto Poste, costituita da 350 locker e oltre 3.000 esercizi commerciali convenzionati.

#2 Zalando diventa sempre un più un marketplace

Proprio come Amazon, anche Zalando punta ad abbandonare il modello wholesale per trasformarsi in una piattaforma dove domanda e offerta si incontrano. Entro il 2023 il Partner Program Zalando diventerà il principale modello di vendita online.

# 3 Zalando investe anche nel beauty

Zalando propone di «completare il proprio outfit» con una selezione di prodotti di bellezza e cura della persona. La sezione «beauty» è attiva in 6 Paesi europei.

Zalando – Sezione Beauty

# 4 Più peso al Marketing

Amazon dispone di strumenti di advertising molto evoluti. Con il lancio di Zalando Marketing Services, anche i brand e i rivenditori che desiderano aumentare la visibilità e le vendite su Zalando possono beneficiare di strumenti pubblicitari efficaci.

Costa sta facendo Amazon per aumentare il focus sul fashion

Amazon è il marketplace più popolare del mondo occidentale. I numeri in Europa suggeriscono quanto sia serrata la competizione con Zalando (e altre piattaforme) nel segmento fashion. Per potenziare la rilevanza in questo specifico comparto, Amazon ha adottato diverse iniziative.

# 1. Contenuti Premium

L’esperienza di navigazione su Amazon è ben diversa da quella di Zalando. Tuttavia, anche su questa piattaforma, è possibile elaborare contenuti di forte impatto, ad esempio attraverso strumenti come i Contenuti A+ e i Brand Store.

#2 Anche Amazon punta sul lusso

Con la categoria «Designer» Zalando offre uno spazio esclusivo ai marchi del lusso. In Italia ospita già oltre 240 brand, tra cui Versace Jeans, Moschino Couture, Sportmax, Lamborghini, Vivienne Westwood.

Il 15 settembre 2020 la piattaforma del lusso Amazon Luxury Stores ha ufficialmente aperto i battenti. Solo gli utenti Prime degli Stati Uniti che ricevono un invito possono accedere alla piattaforma e beneficiare di un’esperienza di navigazione del tutto nuova, impreziosita da contenuti interattivi e immagini a 360 gradi. I brand partner usufruiscono dell’impianto logistico di Amazon e gestiscono i brand shop digitali in totale autonomia. Su questo progetto Amazon avrebbe stanziato 100 milioni di dollari per il marketing e le campagne pubblicitarie.

# 3 Prodotti sostenibili su Amazon

Con la strategia do.More Zalando ha da tempo intrapreso un percorso verso la sostenibilità. Oggi 4 clienti Zalando su 10 comprano prodotti green e il loro numero è più che raddoppiato dall’inizio dell’anno.

Così come Zalando contrassegna i prodotti con l’etichetta “sostenibile”, anche Amazon farà lo stesso con il progetto Climate Pledge Friendly, che comprende 40.000 prodotti con una o più certificazioni di sostenibilità. Climate Pledge Friendly coinvolgerà 5 Paesi: Italia, Spagna, Francia, Germania e Regno Unito.

# 4 I progetti fashion di Amazon

Amazon ha lanciato numerosi programmi sul segmento fashion. Uno dei questi è Amazon Prime Wardrobe, con il quale gli utenti hanno la possibilità di provare i capi prima di acquistarli.

Amazon Prime Wardrobe

Gli utenti americani Prime accedono inoltre a un servizio di shopping assistance battezzato Personal Shopper by Prime Wardrobe.

Personal Shopper Amazon Wardrobe

Un altro progetto rilevante in ambito moda è The Drop, una vetrina digitale temporanea che propone capi disegnati da influencer di tutto il mondo. Ogni collezione resta online per 30 ore.

Amazon Fashion Connects supporta alcuni designer e brand particolarmente colpiti dal Covid. In Italia Amazon ha cooperato con la Camera nazionale della moda italiana per raccogliere fondi a sostegno dei piccoli marchi del made in Italy. 

Amazon Fashion Connects

1https://medium.com/@nickskeba/why-amazon-should-acquire-zalando-b6a52d6dcdc8

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Trend, news e report sui marketplace e le vendite online

Oltre 1.500 CEO, E-commerce, Marketing e Sales Manager già ricevono la nostra newsletter.

mandatela anche a me