Vendere online nel Regno Unito. I 14 marketplace più popolari

Vendite online in Gran Bretagna: i numeri

Contrariamente ad altri Paesi (come l’Italia), nel Regno Unito l’e-commerce vive una fase di florida maturità.

Il Regno Unito è il Paese con il fatturato e-commerce più alto in Europa.

Secondo Statista, la Gran Bretagna è il Paese con il fatturato e-commerce più cospicuo (seguono Francia e Germania).

Fonte: Statista
 

Grazie alle infrastrutture particolarmente sviluppate, il 96% della popolazione britannica accede a internet. Nel 2020 l’87% di questa fetta di popolazione ha fatto almeno un acquisto online2.

Fonte: Digital Innovation Report 2020 – We are Social

La spesa media annuale è pari a 1.016 euro (superiore alla media europea)3.

Contrariamente ad altri Paesi Europei, nel Regno Unito anche l’e-grocery è una realtà consolidata: circa il 34% dei prodotti acquistati online è alimentare. I prodotti più acquistati online dagli inglesi sono abbigliamento e accessori (63%), elettronica (44%), libri (34%), bellezza e cura del corpo (33%), home & design (32%) 3.

Del 70% degli utenti britannici che fa abitualmente shopping online, più della metà (57%) utilizza i marketplace.

Le spedizioni veloci e gli acquisti in pochi passaggi sono due delle ragioni principali che ne hanno favorito la popolarità. Anche in UK è Amazon il “re indiscusso” delle vendite online. È infatti 4 volte più popolare dei siti e delle applicazioni di altri retailer.4

E oltre ad Amazon? Dove fanno shopping online gli inglesi?

I 14 marketplace più utilizzati in Gran Bretagna

In termini di volume di traffico, come detto, Amazon è la piattaforma più popolare in UK, con una media di oltre 400 milioni di visite mensili.

Il secondo marketplace più utilizzato in Gran Bretagna è un altro generalista, eBay, che attira oltre 287 milioni di visite.

www.ebay.co.uk

Al terzo posto Argos: una piattaforma inglese che offre ogni tipo di prodotto: dal fashion al fai-da-te.

Il quarto marketplace più popolare è il britannico Onbuy, che riceve circa 32 milioni di sessioni/mese. Onbuy si autoproclama “l’alternativa inglese ad Amazon”. È infatti una piattaforma generalista con numerose categorie di prodotto: dalla tecnologia ai prodotti di bellezza, dal cibo ai libri.

Il sito dedicato all’artigianato Etsy è il quinto marketplace più visitato in Gran Bretagna. Segue la piattaforma focalizzata sull’arredo casa Wayfair, che guadagna mensilmente oltre 23 milioni di sessioni web.

Elaborazione dati Similarweb

Vi sono poi diversi marketplace della moda, come Not on the high street, Zalando (che in UK attira oltre 4 milioni di sessioni/mese), BrandAlley (piattaforma di vendite private), Selfridges e il marketplace del fashion di lusso Farfetch.

Chiudono la classifica dei marketplace più popolari in UK Reverb (marketplace specializzato nella vendita di strumenti musicali), MatchesFashion e Houzz, altro sito dedicato al segmento Home & Design.


Per ottenere una lista completa dei marketplace di tutto il mondo suddivisi per categoria merceologica, è possibile scaricare la Mappa Completa dei Marketplace.

 

Diversi brand italiani vendono all’estero senza doversi preoccupare di traduzioni, spedizioni, pubblicazioni di cataloghi in lingua e fatturazioni internazionali con la piattaforma YOCABÈ.


1 Statista

2 Digital Innovation Report 2020 – We are Social

3 PostNord Ecommerce in Europe 2018

4 https://www.adobe.com/content/dam/acom/uk/aboutadobe/newsroom/pdfs/shopping-trends-final.pdf

Nota: la classifica dei marketplace più popolari in UK non tiene conto di tutte quelle piattaforme che operano solo in modalità wholesale come ASOS (classificabile come marketplace solo nella categoria vintage).

Trend, news e report sui marketplace e le vendite online

Oltre 1.500 CEO, E-commerce, Marketing e Sales Manager già ricevono la nostra newsletter.

mandatela anche a me