Vendere su Tmall

Cos’è Tmall

Tmall è il più grande sito di e-commerce al mondo dopo Taobao Mall da cui nasce, in seguito al suo distacco nel 2008. Entrambi di proprietà di Alibaba Group, i due si distinguono sostanzialmente per il tipo di mercato: C2C per Taobao e B2C per Tmall.

Si stima che la piattaforma offra oltre 1 miliardo di prodotti di 180.000 brand, suddivisi in 3700 categorie. Tmall ha recentemente stretto una partnership con l’e-tailer di lusso inglese Farfetch.

Perché vendere su Tmall

  • Vendere su Tmall significa entrare a far parte della più grande community di retailer B2C dell’Asia: Tmall possiede infatti il 61,5% del mercato. Presidiare questo marketplace permette di raggiungere oltre mezzo miliardo di potenziali clienti, che acquista regolarmente sul web. In Cina infatti l’82% della popolazione che accede a internet fa shopping online..
  • Il 70% degli utenti su Tmall Global ha fra i 24 e i 32 anni, si tratta dunque di un canale importante per tutti i brand che si rivolgono a un’audience giovane.

Come vendere su Tmall

Per rassicurare i clienti (piuttosto diffidenti sulla qualità e autenticità della merce) Tmall spinge i seller a costruire le schede prodotto utilizzando le tecniche dello storytelling. Su Tmall i prodotti vengono quindi “raccontati”, oltre che descritti dal punto di vista funzionale.

I brand hanno due opzioni per vendere sul marketplace cinese:

  • aprire “una società di proprietà di investitori esteri”, appartenente alla repubblica popolare cinese (WFOE). Se da una parte può apparire un processo lungo e articolato, d’altro canto è utile specificare che non è più necessario ricorrere ad una joint-venture o a una partnership locale.
  • Candidarsi su Tmall Global, la piattaforma che agevola i brand stranieri che non hanno un’entità legale in Cina. In questo caso si compila un questionario in lingua inglese e si attende l’esito della selezione entro 72h dall’invio. Il conto bancario non deve necessariamente essere cinese, ma riconosciuto da Alipay (l’equivalente di Paypal, sempre di proprietà del gruppo Alibaba).

Cosa vendere su Tmall

Nonostante Tmall sia un marketplace generalista i top-seller appartengono alla categoria della cura della persona (cosmesi e make up sono intorno al 43,2%) e dei prodotti per bambini (41,5%). Abbigliamento e accessori, rappresentano due categorie in forte crescita e costituiscono il 36,1% delle vendite. Importanti anche le vendite online di prodotti per la casa (28,8%) e del Food & Beverage, come ad esempio vino, miele e tè (15,2%).

Quanto costa vendere su Tmall

Vendere su Tmall ha un costo che variaa seconda dei prodotti. La fee annuale oscilla fra i 5.000 e i 10.000 dollari. Anche le commissioni di vendita sono variabili, poiché dipendono dal prezzo della merce e dai costi dovuti alla logistica( 2% in più sul totale).

Al fine di tutelare i clienti e garantire una vendita di qualità (merce mai recapitata, prodotti non originali ecc.), Tmall richiede un deposito cauzionale pari a 25.000 dollari. Oltre a ciò, su ogni prodotto venduto Tmall ottiene un compenso pari al 5%.

In sostanza vendere su Tmall Global può rivelarsi costoso. È quindi indicato per i brand affermati e conosciuti dal mercato cinese, che possono così approfittare di un mercato potenziale enorme, senza dover affrontare i costi di esportazione.

Spedizioni e resi su Tmall

Per le spedizioni e i resi su Tmall è possibile affidarsi a Cainiao Logistics, azienda partner di Alibaba. In alternativa si può collaborare con società terze: i Tmall Partner. Questi utilizzano magazzini locali situati in zone strategiche per la merce spedita da oltre frontiera.

Infatti, per quanto riguarda i resi, il cliente ha diritto di restituire la merce senza specificarne la ragione entro 7 giorni dalla consegna. Considerate tempistiche così strette, affidarsi a T-partner specializzati consente di potenziare al massimo la penetrazione sul marketplace.

Come promuovere i prodotti su Tmall

Tmall propone un’offerta di prodotti ampissima, dunque è fondamentale emergere e guadagnare visibilità. Ecco perché Tmall offre strumenti di marketing qualificati in modo da ottimizzare la comunicazione tra il Brand e i potenziali clienti.

Esiste infatti la possibilità per i Brand di acquistare spazio pubblicitario sulla piattaforma.
I venditori hanno l’opportunità di aumentare la visibilità e il coinvolgimento degli utenti tramite campagne pubblicitarie (pay-per-click o pay-per-view). Un servizio strutturato di Data Analysis permette in ogni momento di monitorarne le performance.

Sito web

https://www.tmall.com/

Anno fondazione

2008

Paese principale

Cina

Principali Paesi in cui opera

Cina, Hong-Kong, Macao, Taiwan, Malesia, USA

Visite web mensili

236,02 milioni

Utenti registrati

> 500 milioni

Categorie principali

Abbigliamento, accessori, calzature, utensili per la casa, prodotti alimentari, tecnologia, elettrodomestici, giocattoli e prodotti per bambini

Vendere sui Top Retailer Online: 3 strategie collaudate

Per vendere sui marketplace conviene applicare una Strategia di Pieno Controllo o Espansiva? Quali sono i fattori chiave da considerare?

Ottieni la Guida