Anche per Privalia la parola d’ordine è marketplace

Il trend dei colossi dell’e-commerce è ormai chiaro. Molte piattaforme che hanno esordito con il modello direct sales stanno ora cambiando rotta.

Dopo Amazon (che spinge i brand a diventare Seller) e Zalando (che punta tutto sul Partner Program) anche Privalia sta rafforzando la propria anima marketplace (brand place).

Che vuol dire concretamente? Facciamo un passo indietro.

Vendite dirette o Marketplace: 2 (+1) approcci contrapposti

Le modalità attraverso cui vendere su Privalia sono tre:

  1. Vendere a Privalia: il brand o distributore vende i prodotti al gruppo Veepee, che li rivende agli utenti finali attraverso le Flash Sales
  2. Vendere tramite Privalia cioè vendere direttamente ai clienti finali. Si tratta del modello più complesso, perché occorre possedere un’organizzazione logistica B2C e dedicare molte risorse al customer service e alla gestione dei resi
  3. Vendere su Privalia tramite un Seller specializzato come YOCABÈ. In questo caso il brand/rivenditore affida a un soggetto terzo il compito di vendere su Privalia. Quest’ultimo pubblica i prodotti sulla sezione catalogo e negozia con il canale l’opportunità di accedere alle promozioni.

Il percorso di Privalia fino ad oggi

Ad oggi buona parte delle vendite su Privalia avviene con il modello 1 (direct sales). La maggior parte dei volumi è strettamente correlata alle Flash Sales mono-brand.

La nuova strategia del gruppo francese sembra però essere quella di potenziare i modelli alternativi e porsi come una piattaforma tecnologica che mette in contatto domanda (utenti) e offerta (brand e rivenditori).

Nuova piattaforma e catalogo più prominente

Lo scorso gennaio Veepee ha quindi lanciato un nuovo sito e una nuova app. In entrambi i casi la user experience risulta più fluida e piacevole. Trovare i prodotti è più semplice. Una notevole differenza rispetto alla vecchia piattaforma sta nello spazio dedicato al catalogo (più in evidenza nel menu). Anche la barra di ricerca ora è ora ben in vista.

Nuova barra di ricerca Privalia

Al suo interno si può effettuare sia una ricerca generica (esempio: sneakers bianche), sia una ricerca per brand (esempio: Diadora). In entrambi i casi la ricerca restituisce sia i risultati relativi al catalogo (numero di prodotti), sia – se presenti – le promozioni corrispondenti alla query.

Privalia – Esempio risultati associati alla ricerca “diadora”

La nuova piattaforma promette quindi di portare più visibilità e traffico anche sul catalogo che non rientra nelle promozioni a tempo.

Shop in Shop

Nell’immediato futuro Privalia non sarà solo Vendite Flash. Lo conferma anche una nuovissima funzionalità a disposizione dei brand e rivenditori: lo shop di brand, cioè uno spazio che ciascun brand può personalizzare con i propri contenuti e messaggi, al pari del Brand Store Amazon.

Le funzionalità appena lanciate (e le prossime che vedremo) confermano quindi la direzione già intrapresa da Amazon o Zalando.

Sempre più brand interessati a vendere su Privalia

Nel frattempo, complice il Covid, anche l’interesse dei brand e distributori a vendere su questa piattaforma è aumentato. Lo conferma anche l’incremento di oltre il 200% di ricerche su Google correlate a “vendere su Privalia” (rispetto a gennaio 2020).

Ricerche associate a Vendere su Privalia

Numerosi brand vendono su Privalia attraverso YOCABÈ beneficiando di 9 importanti vantaggi.


Altri articoli che potrebbero interessarti:

Trend, news e report sui marketplace e le vendite online

Oltre 1.500 CEO, E-commerce, Marketing e Sales Manager già ricevono la nostra newsletter.

mandatela anche a me